10 Distro Linux Leggere Che Possono Far Rivivere Il Tuo Vecchio Hardware Nel 2020

La maggior parte dei sistemi operativi in ​​questi giorni sono pensati per funzionare mano nella mano con l’hardware moderno e le distro Linux leggere non fanno eccezione.

Ma solo perché il tuo vecchio computer non è più in grado di gestire i requisiti hardware di un sistema operativo moderno, ciò non significa necessariamente che sia ora di buttarlo via.

Questo perché ci sono molte distro Linux leggere che non consumano molte risorse e quindi funzionano perfettamente su quasi tutti i computer.

Molte di queste distribuzioni non sono molto vecchie ma sono state specificamente ottimizzate per funzionare su ciò che la maggior parte delle persone oggi considererebbe hardware obsoleto.

Come puoi immaginare, ci sono un paio di svantaggi nell’usare una distro leggera. Questi sistemi operativi non presentano molti degli script e delle procedure guidate che tu ed io diamo per scontati nel 2021.

Di conseguenza, potresti dover installare alcuni programmi aggiuntivi per adattare le distribuzioni Linux di cui parleremo in questo articolo alle tue esigenze specifiche.

Tuttavia, pensiamo che ne valga la pena perché con queste distribuzioni puoi essenzialmente far rivivere un vecchio sistema e renderlo nuovamente utilizzabile. In alternativa, puoi installare una distribuzione leggera su una macchina moderna per liberare risorse di sistema aggiuntive.

Detto questo e senza un ordine particolare, diamo un’occhiata più da vicino alle migliori distribuzioni Linux leggere del 2021.

Le 10 Migliori Distro Linux Leggere

Ecco le 10 migliori distro Linux leggere:

1. Lubuntu (Migliori Distro Linux Leggere)

  • Proprio come Ubuntu, ma più piccolo
  • Supporta il repository Ubuntu
  • Adatto sia per sistemi antichi che moderni

Lubuntu è esattamente quello che sembra, una versione leggera di Ubuntu. Questa distribuzione prende il popolare sistema operativo e lo riduce ai suoi elementi essenziali.

Puoi aspettarti la maggior parte delle app fornite con Ubuntu normale, ma come parte di un pacchetto più piccolo che non consuma quasi tutte le risorse.

Lubuntu viene fornito con un lettore PDF, lettori multimediali, applicazioni per ufficio, un editor di immagini e altro ancora. La distribuzione dispone anche di un centro software integrato che consente di scaricare gratuitamente applicazioni aggiuntive.

lubuntu.me - Distro linux

L’interfaccia di Lubuntu è basata su LXQt, un ambiente desktop open source e leggero che richiede molte meno risorse rispetto all’ambiente Genome 3 che si trova su Ubuntu normale. Nonostante ciò, il desktop riesce comunque a sembrare molto moderno grazie al tema Arc e alle icone Papirus.

I due lavorano mano nella mano per fornire agli utenti un ambiente di lavoro ordinato che non solo ha un bell’aspetto ma è anche altamente reattivo. Lubuntu veniva eseguito su un desktop LXDE fino alla fine del 2018, quindi il passaggio all’ambiente più moderno è piuttosto recente.

Uno dei principali vantaggi di Lubuntu è che può essere utilizzato altrettanto efficacemente su sistemi vecchi e moderni.

Per impostazione predefinita, la distribuzione sostituisce molte app di Ubuntu di base con alternative meno dispendiose in termini di risorse per fornire una migliore compatibilità con l’hardware precedente.

Allo stesso tempo, tuttavia, il sistema operativo supporta il repository software di Ubuntu, offrendo agli utenti l’accesso a migliaia di pacchetti moderni con cui giocare. Lubuntu può essere considerata una distribuzione molto moderna considerando che è basata su Ubuntu 18.04 e Linux Kernel 5.00.

Lubuntu Minimum System Requirements:

  • Pentium 4, Pentium M, AMD K8 CPU o più recente
  • 1 GB di RAM

Ultima versione stabile: 19.10.0

2. Damn Small Linux

  • Pesa solo 50 MB
  • Requisiti di sistema molto modesti
  • Non viene aggiornato da molto tempo

Fedele al suo nome, questa distro Linux leggera è incredibilmente piccola, con una dimensione di soli 50 MB circa.

Mentre alcune delle altre distribuzioni in questo elenco possono essere eseguite senza problemi su sistemi abbastanza vecchi, Damn Small Linux può essere installato su quelli completamente vecchi.

Il sistema operativo è stato inizialmente sviluppato come esperimento e l’obiettivo era vedere quante app sarebbero state contenute in un live CD da 50 MB.

Tuttavia, nel tempo il progetto open source è diventato qualcosa di molto più grande e più versatile che ora può essere eseguito direttamente da un CD o da un’unità UBS, sebbene sia anche possibile installarlo su un disco rigido se necessario.

Damn Small Linux

Forse ancora più interessante, DSL può anche essere avviato da un sistema operativo host, compresi quelli basati su Windows.

Nonostante le sue piccole dimensioni, la distro è dotata di una serie di applicazioni piuttosto impressionante.

Alcuni esempi degni di nota includono browser Web come Firefox e Netrik, un elaboratore di testi chiamato Ted, un editor di immagini noto come Xpaint, un client di posta elettronica, gestori di Windows, editor di testo e persino un client di messaggistica istantanea basato su AOL noto come Naim.

In altre parole, stai ottenendo praticamente tutte le app di base che ti aspetteresti da un normale sistema operativo ma senza confusione. Se desideri rendere DSL un po ‘più versatile, puoi utilizzare lo Strumento di estensione MyDSL per aggiungere applicazioni, giochi, temi e altro ancora.

Damn Small Linux è un sistema operativo basato su Debian, tuttavia include anche applicazioni che di solito non vengono fornite con quella distribuzione. Gli sviluppatori hanno essenzialmente creato una versione di Debian che è stata ridotta all’essenziale per fare più spazio possibile.

Date le dimensioni estremamente ridotte di DSL, è abbastanza sicuro dire che l’idea ha funzionato bene. L’unico vero svantaggio di questa distribuzione Linux leggera è che non è stata aggiornata da molti anni, poiché lo sviluppatore principale è andato a lavorare su un progetto diverso.

Ma se non ti dispiace lavorare con un vecchio sistema operativo, ti consigliamo vivamente di dare un’occhiata a Damn Small Linux.

Damn Small Linux Requisiti Minimi Di Sistema:

  • CPU Intel i486DX o equivalente
  • 16 MB di RAM

Ultima versione stabile: 4.4.10

3. TinyCore(Migliori Distro Linux Leggere)

  • Disponibile in tre gusti differenti
  • La versione più leggera pesa solo 11 MB
  • Ha bisogno di app aggiuntive per diventare un sistema operativo completo

TinyCore è probabilmente la distro Linux più leggera attualmente disponibile. Questo è il progetto successivo di Robert Shingledecker, lo sviluppatore che ci ha anche portato Damn Small Linux qualche tempo fa.

A differenza di DSL, TinyCore è disponibile in tre diverse versioni, ognuna con le proprie caratteristiche e requisiti di sistema. Vale la pena notare che, indipendentemente dalla variante scelta, non otterrai subito un sistema operativo completo.

Proprio come indica il nome, questo è semplicemente il nucleo di un sistema operativo, su cui puoi quindi costruire installando applicazioni ed estensioni aggiuntive.

TinyCore - Distro Linux

La prima variante è conosciuta semplicemente come Core ed è la più piccola delle tre. Core pesa solo 11 MB e non include molto oltre a un’interfaccia a riga di comando e alcuni strumenti a riga di comando per aiutarti a iniziare.

Core è consigliato per utenti avanzati, ma se sei un principiante puoi invece provare TinyCore. Questa versione arriva a 16 MB e include non solo un’interfaccia della riga di comando ma anche due tipi di ambienti desktop grafici tra cui scegliere: FLTK e FLWM.

Nel frattempo, la terza variante, CorePlus, è un po ‘più grande a 106 MB ma viene fornita con una manciata di strumenti utili come supporto wireless, supporto per tastiera non statunitense, strumento di rimasterizzazione, vari gestori di finestre e altro ancora.

CorePlus è l’unica delle tre varianti che supportano l’installazione wireless, mentre le altre due versioni richiedono una connessione di rete cablata. Nonostante le dimensioni relativamente grandi, CorePlus non viene fornito con molte app fin dall’inizio.

Ottieni un editor di testo, un gestore della connessione di rete, un terminale e questo è tutto. Tuttavia, esiste anche un browser dell’applicazione che ti dà accesso a un repository con molte app utili che puoi installare manualmente.

Quindi, anche se la versione base di questa distro Linux leggera potrebbe non sembrare troppo attraente, puoi sicuramente trasformarla in un sistema operativo adeguato con un po ‘di tempo e fatica.

Requisiti Minimi Di Sistema Di Tinycore:

  • CPU Intel i486DX o equivalente
  • 64 MB di RAM (consigliati 128 MB)

Ultima Versione Stabile: 11.1

Inoltre, leggi:

4. VectorLinux

  • Design modulare
  • Requisiti di sistema modesti
  • Disponibile in una varietà di gusti diversi

Gli sviluppatori di VectorLinux hanno deciso di creare una distro tuttofare che offra qualcosa per tutti. Grazie alla sua natura modulare, il sistema operativo può essere personalizzato per funzionare altrettanto bene su sistemi vecchi e moderni.

Gli utenti occasionali possono mantenere le cose semplici attenendosi alla versione minimalista di VectorLinux che viene fornito con un ambiente desktop elegante insieme a browser Web, client di posta elettronica, client di messaggistica istantanea e altre applicazioni utili.

Allo stesso tempo, gli utenti avanzati possono usufruire di potenti strumenti integrati che possono essere utilizzati per compilare programmi o trasformare il sistema in un server.

VectorLinux

VectorLinux è disponibile in due diverse varianti: Standard e Light. Sebbene entrambe le versioni siano tecnicamente progettate per computer meno recenti, l’edizione Light è particolarmente adatta a dare nuova vita a hardware obsoleto.

VectorLinux Light si basa sui gestori di finestre JWM e Fluxbox, mentre VectorLinux Standard utilizza un ambiente desktop più veloce ma anche più dispendioso in termini di risorse noto come Xfce.

Oltre a Standard e Light, la distro è disponibile anche in un paio di altri gusti, come VectorLinux Live e VectorLinux SOHO (Small Office / Home Office). Queste due varianti sono più adatte per i sistemi più recenti, tuttavia, possono ancora funzionare su CPU vecchie come il Pentium 750.

Poiché questo elenco riguarda la migliore distribuzione Linux leggera, ti consigliamo di controllare prima VectorLinux Light. Questa versione è disponibile con Opera, che può fungere da browser, client di posta elettronica e client di chat.

Sono incluse anche alcune applicazioni dell’edizione Standard e hai la possibilità di installarne ancora di più dal repository Open Source Lab.

VectorLinux richiede almeno 1,8 GB di spazio su disco rigido, che può essere considerato molto se confrontato con alcune delle altre distribuzioni in questo elenco. Tuttavia, il kit di installazione stesso arriva a poco più di 600 MB e si adatta perfettamente a un CD standard.

Requisiti Minimi Di Sistema Per Vectorlinux:

  • CPU Pentium 166 (edizione leggera) / CPU Pentium 200 (edizione standard)
  • 64 MB di RAM (edizione Light) / 96 MB di RAM (edizione standard)

Ultima versione stabile: 7.1

5. Linux Lite

  • Ottimo per gli utenti Windows che desiderano passare a Linux
  • Un’impressionante selezione di app integrate
  • Non è la distro più leggera in quanto richiede 8 GB di spazio di archiviazione

Linux Lite è un fantastico sistema operativo leggero basato sulla popolare distribuzione Ubuntu. A differenza di alcuni degli altri sistemi operativi del nostro elenco, Linux Lite è particolarmente utile per gli utenti Windows che si stanno preparando a passare finalmente da XP ma non sono ancora pronti per affrontare il più impegnativo Windows 7, per non parlare di Windows 10.

La distro può essere visto sia come un ottimo trampolino di lancio nei sistemi operativi moderni che come la tua prima incursione nel meraviglioso mondo di Linux.

Questa distribuzione è un po ‘più impegnativa di alcune delle altre di cui abbiamo discusso finora, ma questo è un sistema operativo completo che include tutte le app di cui avrai bisogno, e poi alcune.

Appena fuori dal cancello si ottiene l’accesso al browser Mozilla Firefox completo di supporto integrato per Netflix insieme al popolare lettore multimediale VLC per l’esecuzione di video e musica offline..

Linux LIte - Distro LInux

Se non sei un fan di Firefox, puoi invece installare Chrome e non è necessario preoccuparsi dell’email e dell’archiviazione cloud perché Linux Lite viene fornito con Thunderbird e Dropbox.

Alcune altre app e strumenti degni di nota includono Skype, Kodi, Spotify, TeamViewer, la suite LibreOffice, un gestore di password e altro ancora. Questa leggera distro Linux include anche l’accesso a Steam, che ora supporta una pletora di videogiochi basati su Linux.

Nonostante il suo nome, Linux Lite è molto vicino a un moderno sistema operativo in termini di capacità.

Sfortunatamente (o fortunatamente, a seconda del tuo sistema particolare), la distribuzione richiede circa 8 GB di spazio di archiviazione per funzionare. Il programma di installazione arriva a circa 1,5 GB, quindi non sarai in grado di inserirlo su un normale CD ma puoi facilmente memorizzarlo su una chiavetta USB e avviarlo direttamente dall’unità flash se non vuoi scaricare l’installatore sul tuo disco rigido.

Linux Lite è sicuramente più impegnativo di altre distribuzioni leggere, ma è anche una delle migliori in termini di funzionalità e prestazioni.

Requisiti Minimi Di Sistema Per Linux Lite:

  • CPU da 1 GHz o superiore
  • 768 MB di RAM
  • Risoluzione dello schermo VGA 1024 × 768

Ultima versione stabile: 4.8

6. Elive (Migliori Distro Linux Leggere)

  • Viene fornito con più di 2.500 pacchetti
  • Il progetto è in sviluppo da più di 14 anni
  • Il processo di installazione è un po ‘complicato

Elive è un piccolo sistema operativo con grandi ambizioni. La distribuzione basata su Debian è pubblicizzata come “forse il miglior sistema operativo Linux mai realizzato” e “probabilmente l’unica distribuzione con cui rimarrai”.

Ci sono molti altri slogan accattivanti come quello sulla home page della distribuzione, ma c’è qualche verità in loro? Anche se non ci spingeremmo a definire Elive il meglio del meglio, diremo che questo è un sistema operativo molto solido che ha molto da offrire.

Forse ancora più importante, la distribuzione ha requisiti di sistema molto bassi ed è abbastanza leggera da funzionare su sistemi che hanno più di un decennio.

Elive

Elive viene fornito con un ambiente desktop visivamente accattivante basato su Enlightenment, anche se con molte modifiche personalizzate in cima. Gli sviluppatori sottolineano il fatto che Elive è molto più di una semplice Debian abbinata a Enlightenment.

Il sistema operativo viene fornito con oltre 2.500 pacchetti con integrazioni robuste, design unici e molte funzionalità speciali.

Questo progetto è in sviluppo da oltre 14 anni a questo punto ed è stato scaricato oltre 2 milioni di volte, quindi puoi scommettere che Elive è affidabile quanto un sistema operativo può ottenere.

Le istruzioni di installazione per Elive sono un po ‘più complicate di quelle di altre distribuzioni Linux leggere ma non dovresti incorrere in alcun problema se segui i passaggi elencati qui.

Fondamentalmente, dovrai utilizzare strumenti specifici per creare un’unità USB avviabile di Elive, altrimenti potresti incorrere in alcuni problemi. Gli sviluppatori consigliano di utilizzare USBWriter se sei un utente Windows o Etcher se sei un utente Linux o macOS.

L’altro problema è che puoi scaricare direttamente la distribuzione solo se sei disposto a sostenere il progetto con una donazione, che può essere di appena $ 5. Se vuoi scaricare Elive gratuitamente, dovrai inserire il tuo indirizzo email e attendere circa un’ora per ricevere il link per il download.

Requisiti Minimi Di Sistema Per Elive:

  • CPU da 500 Mhz o superiore
  • 192 MB di RAM

Ultima versione stabile: 3.0

7. Ubuntu MATE

  • Layout desktop familiari per utenti Windows e macOS
  • Un’impressionante varietà di app integrate
  • Non adatto per sistemi che hanno più di 10 anni

Ubuntu MATE è una distribuzione Linux molto popolare che è facile da consigliare sia ai principianti che agli utenti avanzati. Simile a Linux Lite, Ubuntu MATE è una scelta particolarmente buona per gli utenti che pensano di passare da Windows o persino da macOS. L’ambiente desktop MATE è una continuazione di Gnome 2 e sembra assolutamente stupendo anche nella sua forma base.

Inoltre, hai a disposizione un sacco di layout e opzioni di personalizzazione che possono rendere il desktop ancora più bello. Alcuni layout degni di nota includono Redmond (perfetto per utenti Windows), Cupertino (perfetto per utenti MacOS), Mutiny, Pantheon e Netbook.

Se stai cercando una distribuzione Linux leggera che venga fornita con molti strumenti e funzionalità utili fin dall’inizio, adorerai ciò che Ubuntu MATE ha da offrire.

Ubuntu MATE - Distro linux

Alcune delle applicazioni preinstallate più degne di nota includono Firefox, LibreOffice, Redshift, Plank, Network Manager, Blueman, Magnus, Orca Screen Reader e altro. Ci sono anche strumenti ben noti come System Monitor, Power Statistics, Disk Usage Analyzer, Dictionary, Pluma ed Engrampa, tra gli altri.

Tutti questi sono inclusi nella versione base di Ubuntu Mate ma puoi accedere alla Software Boutique per scaricare innumerevoli altre applicazioni per personalizzare il sistema operativo in base alle tue esigenze specifiche.

Ubuntu MATE supporta sia architetture a 64 bit che a 32 bit ed è compatibile con un’ampia gamma di porte hardware, incluso Raspberry Pi. Ci sono molti laptop e desktop precaricati con Ubuntu MATE, ma se non vuoi acquistare un nuovo sistema, puoi semplicemente scaricare il sistema operativo e creare un DVD-ROM o un’unità flash USB avviabile.

Ubuntu MATE richiede almeno 8 GB di spazio di archiviazione, quindi non è così leggero come alcune delle altre distribuzioni in questo elenco e non funziona su sistemi completamente antichi. Tuttavia, non dovresti avere problemi a eseguire il sistema operativo su una macchina che è uscita durante l’ultimo decennio.

Requisiti Minimi Di Sistema Per Ubuntu Mate:

  • CPU Pentium M 1 GHz o superiore
  • 1 GB di RAM
  • Schermo 1024 x 768

Ultima versione stabile: 19.10

8. Absolute Linux

  • Aggiornamenti tempestivi
  • Altamente personalizzabile
  • Supporta solo sistemi a 64 bit

Absolute Linux è un’altra distro leggera che si concentra fortemente sull’uso desktop. Di conseguenza, puoi aspettarti che il sistema operativo sia dotato di tutto ciò di cui hai bisogno, inclusi un browser, app multimediali e suite per ufficio, subito fuori dalla scatola.

Absolute Linux è una distribuzione basata su Slackware che gira sull’ambiente desktop iceWM e può facilmente ospitare hardware molto vecchio. Una delle migliori caratteristiche di questa distro Linux leggera è che è stata sviluppata da un team molto dedicato che di solito lancia una nuova versione una volta all’anno. Non è necessario preoccuparsi di software obsoleto qui.

La versione base di Absolute Linux viene fornita con una varietà di app piuttosto impressionante. Alcuni dei punti salienti includono Google Chrome, Google Earth, LibreOffice, Kodi, GIMP, Inkscape, Calibre e altro.

Absolute Linux

Probabilmente è meglio restare con la versione base se sei un principiante, ma gli utenti avanzati possono modificare Absolute Linux a loro piacimento anche prima di installare il sistema operativo.

Il processo è abbastanza semplice e prevede l’aggiunta di pacchetti software sopra i file principali o la loro rimozione se necessario.

Gli sviluppatori forniscono collegamenti a repository di pacchetti compatibili sul loro sito Web e c’è persino una guida rapida per gli utenti che desiderano creare le proprie distribuzioni personalizzate.

L’ultima versione di Absolute Linux occupa poco più di 2 GB di spazio mentre la dimensione dell’immagine è appena sufficiente per riempire un CD standard da 700 MB.

Come la maggior parte delle distribuzioni, Absolute Linux ha una versione live che può essere installata direttamente da un CD o da un’unità flash.

A differenza di altre distribuzioni Linux leggere in questo elenco, tuttavia, Absolute non ha una variante a 32 bit poiché il sistema operativo è stato progettato specificamente per macchine a 64 bit. Prima di scaricare Absolute Linux assicurati che il tuo sistema sia compatibile.

Requisiti Minimi Di Sistema Per Linux Assoluti:

  • CPU Intel 486 o superiore
  • 64 MB di RAM

Ultima versione stabile: 20200223

Potrebbe piacerti anche:

9. Bodhi Linux

  • Disponibile in quattro gusti diversi
  • Chat dal vivo, pagina Wiki e forum
  • Può essere eseguito su sistemi che hanno più di 15 anni

Bodhi Linu è una distribuzione basata su Ubuntu LTS lanciata per la prima volta quasi dieci anni fa. Come la maggior parte delle distribuzioni in questo elenco, l’obiettivo di Bodhi è far sembrare nuovi i vecchi computer.

Nonostante richieda pochissime risorse di sistema, questa leggera distro Linux è molto potente e il suo ambiente desktop Moksha sembra buono quanto quelli dei sistemi operativi moderni.

Moksha è una continuazione del popolare ambiente Enlightenment 17 che introduce nuove funzionalità rimuovendo anche bug e funzionalità non completate. L’ambiente desktop ha un bell’aspetto anche nella sua forma base, ma puoi renderlo ancora migliore installando uno dei tanti temi supportati da Moksha.

Bodhi Linux - linux distro

Bodhi Linux è disponibile in quattro versioni differenti, ognuna più leggera dell’altra. L’edizione Standard è proprio quello che sembra ed è stata progettata per funzionare su macchine che supportano l’architettura a 64 bit.

Se desideri una versione un po ‘più moderna, dovrai esaminare la versione HWE (Hardware Enablement). Questa variante è simile allo standard ma supporta gli aggiornamenti hardware e kernel moderni.

Se stai utilizzando una macchina molto vecchia, d’altra parte, l’edizione Legacy è per te. Questa versione è ottimizzata per hardware di oltre 15 anni e supporta l’architettura a 32 bit. Nel frattempo, la quarta versione è la più minimalista di tutte e consente agli utenti di installare solo i pacchetti di app di cui hanno bisogno, senza nessuno degli altri campanelli e fischietti.

Bodhi è un progetto open-source che viene costantemente aggiornato grazie ai continui contributi dei suoi sviluppatori e della sua comunità.

Gli sviluppatori hanno creato un forum in cui gli utenti possono parlare della loro esperienza con il sistema operativo e c’è anche un servizio di chat dal vivo per coloro che necessitano di assistenza tecnica. Inoltre, c’è anche una pagina Wiki molto utile che contiene tonnellate di informazioni utili su come iniziare e ottenere il massimo da Bodhi Linux.

Requisiti Minimi Di Sistema Di Bodhi Linux:

  • CPU da 500 Mhz o superiore
    256 MB di RAM

Ultima versione stabile: 5.1.0

10. Porteus  (Migliori Linux Distro Leggere)

  • Design modesto
  • Disponibile in sette gusti diversi
  • La variante Kiosk è ottima per configurare terminali web sicuri

Porteus è una distro Linux snella e leggera basata su Slackware. Fedele al suo nome, il sistema operativo è completamente portatile e può essere eseguito da qualsiasi tipo di supporto di avvio, inclusi CD, unità flash USB e disco rigido.

Porteus occupa meno di 300 MB di spazio di archiviazione e supporta architetture a 32 e 64 bit, il che lo rende ideale non solo per i vecchi sistemi ma anche per quelli moderni.

Uno dei principali punti di forza di questa distribuzione è che può avviarsi in soli 15 secondi quando viene eseguita in locale o circa 25 secondi quando viene eseguita da un’unità flash. Questo grazie a una caratteristica abbastanza unica che consente al sistema operativo di funzionare direttamente dalla RAM di sistema.

Porteus - linux distro

Uno degli altri punti salienti di Porteus è la sua natura modulare. Le distribuzioni Linux tradizionali dispongono di un gestore di pacchetti che richiede una connessione Internet per scaricare varie applicazioni.

Non è così qui. Invece, la distro viene fornita con pacchetti precompilati che puoi attivare o disattivare liberamente a seconda delle tue esigenze. I moduli devono essere scaricati e archiviati localmente e possono essere attivati ​​/ disattivati ​​semplicemente facendo doppio clic su di essi. Questa funzione migliora la velocità del sistema, che deve preoccuparsi solo delle applicazioni attive.

Gli utenti desktop possono scegliere tra sette diverse versioni di Porteus, ciascuna del proprio ambiente desktop. Vale a dire, ci sono KDE, Xfce, LXDE, LXQt, Cinnamon, MATE e Openbox.

In alternativa, puoi andare con Porteus Kiosk se hai bisogno di un sistema operativo sicuro che puoi portare con te ovunque tu vada. Porteus Kiosk limita l’accesso a tutto tranne il suo browser web, che è bloccato per impostazione predefinita per impedire agli utenti di scaricare software o modificare le sue impostazioni.

Questo lo rende una scelta eccellente per la configurazione di terminali web, soprattutto perché Kiosk non salva le password o la cronologia di navigazione.

Requisiti Minimi Di Sistema Di Porteus:

  • CPU a 32 o 64 bit non specificate
  • 36 MB di RAM (1 GB di RAM per Kiosk)

Ultima versione stabile: 4.0 (Kiosk 5.0.0)

Menzioni d’onore

Per mantenere questa lista dolce e al punto, siamo andati solo con 10 delle distribuzioni Linux leggere più popolari disponibili al momento, ma ce ne sono molte altre da dove provengono.

Di seguito puoi trovare alcuni altri esempi di piccole distribuzioni che funzionano molto bene anche su sistemi meno recenti. Ti invitiamo a verificarli tutti.

Inutile dire che non mancano distro Linux leggere tra cui scegliere. Alcuni dei progetti di cui abbiamo parlato in questo articolo sono abbastanza nuovi, nonostante siano rivolti a vecchi sistemi, ma la maggior parte di essi esiste da quasi tutto il tempo che supportano l’hardware.

Che tu stia cercando un progetto guidato da sviluppatori veterani o uno nuovo che puoi vedere crescere e forse anche contribuire, c’è sicuramente una piccola distribuzione là fuori che fa al caso tuo.

Per quanto ci riguarda, ci piace usare distribuzioni che vengono fuori dagli schemi con la maggior parte delle applicazioni di base che troverai sui sistemi moderni.

Lubuntu, Linux Lite e Ubuntu MATE sono alcuni buoni esempi. Se stai cercando distribuzioni che possano essere eseguite anche su hardware vecchio, tuttavia, ci sono poche scelte migliori di TinyCore, Damn Small Linux e persino Porteus in una certa misura.

Indipendentemente da quale distro attira la tua attenzione, non dimenticare di controllare la documentazione ufficiale solo per assicurarti che il tuo sistema supporti effettivamente il sistema operativo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *